Scrot, screenshot da riga di comando

scrot

Scrot è un software da riga di comando per realizzare screenshot – cattura di schermate video -. Realizzato da Tom Gilbert nell’ottobre 2000, scritto in linguaggio C per sistemi operativi Unix-like con licenza BSD.
E’ un software non recentissimo, ma particolarmente funzionale, disponibile nelle distribuzioni Debian e Ubuntu nell’ultima versione stabile 0.8 del giugno 2003.
Se non fosse disponibile, per installarlo digitare:

sudo apt-get install scrot

Scrot consente un notevole grado di flessibilità, grazie alla possibilità di specificare parametri da riga di comando, inclusa la facoltà di invocare utility di terze parti, per personalizzare e manipolare il risultato ottenuto.
Permette di catturare l’intero schermo, una parte di esso selezionado con il mouse la zona di proprio interesse, una particolare finestra attiva, catturare la schermata impostando un ritardo di alcuni secondi, creare miniature degli screenshot, impostare il percorso ed il nome del file salvato e molto altro.
Per ulteriori chiarimenti, richiamare il manuale con il comando:

man scrot

Ecco un’elenco delle varie opzioni:

  • -h help, un breve riepilogo dei comandi
  • -v il numero di versione del programma scrot che si st&agrave utilizzando
  • -b include il bordo della finestra catturata
  • -c attiva il conto alla rovescia, prima della cattura di una schermata – da utilizzare in combinazione con il comando -d –
  • -d ritardo in secondi, in abbinamento a -c
  • -e esegue un comando dopo lo screenshot
  • -q qualit&agrave della cattura, di default viene impostato al 75%
  • -m cattura da pi&ugrave display e li salva in un unico file
  • -s cattura la zona o la finestra selezionata
  • -t genera la miniatura – thumbnail -, impostando la percentuale di riduzione

Personalmente lo trovo molto pratico, anche utilizzato in abbinamento con OpenSSH per catturare desktop remoti.

fonte: DesdeLinux ccpi

UZBL, un browser minimalista

Uzbl_screenshot_2UZBL un browser particolare, un’alternativa minimalista in perfetto stile Unix ai classici e più blasonati browser. Simile a w3m – versione per terminale -, ma in versione grafica. Leggero, immediato, per un utilizzo da tastiera in perfetto stile Vi o Vim, utilizzabile anche con il mouse.
Il progetto è nato nel 2009, quasi interamente scritto in C con parti in Python, utilizza il motore Web Kit.
UZBL inizialmente progettato per Arch Linux è disponibile per tutte le principali distribuzioni Linux e sistemi Unix-like.
Per gli amanti della tastiera, tutte le funzioni sono attivabili da comandi di scelta rapida in stile Vi personalizzabili, i link numerati sono disposti per la navigazione da tastiera, gestione dei segnalibri e molto altro. Molti script utili per l’implementazione di nuove funzioni, sono disponibili per il download, come uzbl_tabbed per la navigazione a schede.
Un ottimo prodotto, da provare.
Per l’installazione su distribuzioni Debian, Ubuntu e derivate:

sudo apt-get install uzbl

Link al sito ufficiale: cc by-saUZBL

Lubit Linux 2.0.7-3 Bat

lubit-logoLubit 2, la giovane distribuzione GNU/Linux tutta italiana basata su Ubuntu è giunta alla seconda versione. Con oltre 10.000 download della prima versione, in soli cinque mesi, siamo certi che la seconda ha tutti i requisiti per ripetere e migliorare il successo della prima.
Basata su Ubuntu 13.10 a 32bit è, una distribuzione con DE OpenBox, un ambiente leggero e minimalista, gradevole e funzionale nell’aspetto grafico. Poco esigente in termini di risorse hardware, adatta per personal computer e NetBook datati o con poche risorse, ma non solo.
Da Live occupa circa 110 Mb di ram, installata su hard disk circa 90 Mb, veloce nell’installazione, con una dotazione software di tutto rispetto per completezza, il tutto in una ISO inferiore a 700 Mb.
La grafica ha un tema Dark moderno ed elegante, sono state effettuate delle sostituzioni nel software in dotazione rispetto alla versione precedente, Slim è stato sostituito con Lightdm, Chromium con Firefox, Thunar con PcmanFM, Xterm con Lxterm. E’ stato inserito uno script in phyton per le previsioni meteo, ed altri tools. Hanno realizzato un canale su Deviantart, da cui è possibile scaricate sfondi creati dallo staff di Lubit. E’ in grado di riprodurre sin da subito, i più diffusi contenuti multimediali.
Da questa versione è stato introdotto un nome in codice – per Lubit 2 “BAT” -, che affiancherà ogni successivo rilascio.
Complimenti allo staff di Lubit per l’ottimo lavoro svolto, provatela, ne vale la pena.

sito Lubit

di Angelo Oggioni il, 9 ottobre 2013CClicenza